San Giovanni in Fiore

Piazza Grande è a San Giovanni in fiore.

Circondata dalla natura silana, a 1200 metri del livello del mare sorge San Giovanni in Fiore. Luogo unico nel suo genere, la cittadina è uno scrigno di preziose tradizioni popolari, storiche e culturali. Rinomata per l’ospitalità e il calore umano della sua gente, San Giovanni in Fiore offre tesori frutto del lavoro artigianale e dell’ingegno florense. Ingegno e fantasia si intrecciano nei settori della tessitura, eleganti ricami si ammirano negli ozaturi coperte tipiche fatte a mano. L’eleganza del genio florense si mostra anche nell’arte orafa, la jannacca è l’ originale gioiello sangiovannese.

La Capitale della Sila deve la sua fama al suo fondatore Gioacchino da Fiore, monaco esegeta del XII secolo, definito da Dante Alighieri nella sua Divina Commedia il calabrese abate di spirito profetico dotato. Il profeta fondò il suo monastero divenuto il complesso storico monumentale religioso più importante del circondario, e da qui diede origine al nuovo ordine monastico florense e allo sviluppo della comunità di Fiore. Nelle mura amiche dell’abbazia florense, sono racchiuse le radici della città.

La navatella laterale ospita la mostra permanente delle tavole del Liber Figurarum summa del pensiero gioachimita, mentre la parte laterale l’urna con le spoglie mortali dell’abate. L’ala orientale: il Centro Internazionale di Studi Gioachimiti, prestigioso ente culturale, il Museo demologico e il Museo fotografico Saverio Marra. Fulcro della storia sangiovannese il centro storico. Con la presenza di altri monumenti d’interesse: l’Arco Normanno, e edifici nobiliari, tra i quali spicca Palazzo Lopez, noto per aver ospitato i Fratelli Bandiera. Di altrettanto fascino la Chiesa Matrice dove è custodita la statua lignea del patrono San Giovanni Battista, e la vicina chiesetta dell’ Annunziata. Di grande rilevanza il sito archeologico di Jure vetere, dove Gioacchino fondò un primo protocenobio, andato distrutto.

 

Autore dell'articolo: admingentile